I non vaccinati saranno vendicati

I non vaccinati saranno vendicati

Ven 24 giu 2022

Fonte

Ventisette mesi dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato che il mondo era in preda a una pandemia di Covid “mortale”, i punti di vista e le opinioni variano su chi avesse ragione o torto e se la scienza sia stata sacrificata nel tentativo di inquinare le menti delle persone, e piegare la loro volontà per motivi diversi dalla salute e sicurezza della popolazione mondiale.

Abbiamo ampiamente citato da una colonna scritta da Susan Dunham, una giornalista australiana vaccinata la cui opinione è degna di considerazione.

“Se il Covid fosse un campo di battaglia, sarebbe ancora caldo con i corpi dei non vaccinati”.

Per fortuna le coercizioni stanno cessando ed entrambe le parti in guerra tornano alla nuova normalità.

I non vaccinati sono gli eroi degli ultimi due anni in quanto hanno permesso a tutti noi di avere un gruppo di controllo nel grande esperimento, e mettere in luce le lacune dei vaccini anti Covid.

I non vaccinati portano molte cicatrici e ferite di battaglia poiché sono le persone che abbiamo cercato di spezzare mentalmente, eppure nessuno vuole parlare di ciò che abbiamo fatto loro e di ciò che hanno costretto “La Scienza” a svelare.

Sapevamo che l’immunità in declino dei completamente vaccinati aveva lo stesso profilo di rischio di altri all’interno della società, come la minoranza dei non vaccinati; eppure li abbiamo contrassegnati per una persecuzione speciale.

Abbiamo detto che non avevano “fatto la cosa giusta per il bene superiore”, che dovevano consegnare i loro corpi e l’autonomia medica allo Stato.

Molti dei cosiddetti esperti sanitari e leader politici hanno ammesso che l’obiettivo era quello di rendere la vita quasi invivibile per i non vaccinati, che è stata moltiplicata molte volte dalla follìa collettiva, con la lotta portata nei luoghi di lavoro, nelle amicizie e nelle riunioni di famiglia.

Oggi, la dura verità è che nulla di tutto ciò era giustificato poiché siamo passati rapidamente dalla rettitudine all’assoluta crudeltà.
Potremmo incolpare i nostri leader ed esperti di salute per la spinta, ma ogni individuo all’interno della società deve essere ritenuto responsabile per essere caduto in una trappola ben tesa.

Lo abbiamo fatto pur sapendo benissimo che l’opposizione di principio non ha prezzo quando si tratta di ciò che entra nei nostri corpi, e ci siamo lasciati indurre a credere che entrare in un altro lockdown inefficace sarebbe stata colpa dei non vaccinati e non colpa della politica tossica dei vaccini inefficaci.

Ci siamo divertiti a far fare da capro espiatorio ai non vaccinati perché dopo mesi di coercizione progettata da leader politici accecati dal potere, avere qualcuno da incolpare e da bruciare sul rogo, ci faceva sentire bene.

Credevamo di avere logica, amore e verità dalla nostra parte, quindi era facile augurare la morte ai non vaccinati.

Quelli di noi che hanno ridicolizzato e preso in giro i non conformi lo hanno fatto perché eravamo imbarazzati dal loro coraggio e dai loro principi e non pensavamo che i non vaccinati ce l’avrebbero fatta senza problemi, e abbiamo trasformato i resistenti in sacchi da boxe.

{Fauci, Rachelle Walensky, Biden, l’ayatollah caraibico Gonsalves, lo sputo non vaccinato Camillo Gonsalves, Gaston Browne, Stop Jack che si prende in giro Keith Rowley} e l’altro cast in ruoli di spicco devono essere ritenuti responsabili per aver diffamato i non vaccinati in pubblico e alimentato la rabbia sociale dei media criminali.

I bulli, i nazisti mascherati e i discepoli del vaccino sono stati imbarazzati dallo “scommettere contro” i non vaccinati perché le coercizioni avevano solo il potere che abbiamo dato loro.

Non è stata la conformità che ha posto fine al dominio delle grandi aziende farmaceutiche, di Bill Gates e delle sue numerose organizzazioni e del World Economic Forum… È stato GRAZIE alle persone che abbiamo cercato di mettere in imbarazzo, ridicolizzare, deridere e abbattere.

Dovremmo tutti cercare di trovare un po’ di gratitudine interiore per i non vaccinati mentre abboccavamo all’esca odiandoli perché la loro perseveranza e il loro coraggio ci hanno fatto guadagnare il tempo di vedere che ci sbagliavamo.

Quindi, se le coercizioni dovessero tornare per un Covid o qualsiasi altra malattia o virus, si spera che i sopravvissuti saranno svegli e vedranno il crescente autoritarismo che non si preoccupa del nostro benessere e riguarda più il potere e il controllo.

La guerra ai non vaccinati è stata persa e dovremmo essere tutti molto grati per questo.

Susan Dunham ha affrontato la situazione dal punto di vista di coloro che si sono innamorati del comando ipnotico di disprezzare chiunque – amici e familiari inclusi – si sia rifiutato di accettare la narrazione ufficiale sui vaccini covid.
Sorprendentemente, anche adesso, con tutto ciò che sappiamo sui vaccini, la guerra contro i non vaccinati continua, e mentre la compassione sta lentamente tornando alla ribalta, l’ignoranza della base abbonda ancora.

Di recente, l’editorialista del Los Angeles Times Michael Hiltzik ha dichiarato alla CNN: “molti di loro hanno promosso politiche sconsiderate e pericolose e hanno portato con sé persone innocenti”. Ognuna di quelle morti è un momento di insegnamento; sfortunatamente, non abbiamo imparato la lezione… Come dovremmo reagire alla morte dei non-vaccinati? Un segno distintivo del pensiero civilizzato è che tutta la vita è preziosa. Tuttavia, coloro che hanno deliberatamente violato i consigli medici rifiutando un vaccino noto per ridurre il rischio di malattie gravi dovute al virus, incluso il rischio per gli altri, e finire  in un ospedale o nella tomba può essere visto come ricevere i loro giusti meriti.’

Miltzik non ha ancora vissuto il momento di lucidità vissuto da Dunham. Invece, insiste: “Deridere l’anti-vaccino è macabro ma necessario”.

Alcuni come Dunham riconoscono l’errore nel loro modo di pensare e chiedono un cambiamento. Altri, come Hiltzik, hanno subito il lavaggio del cervello da parte della pornopaura. Non riescono a collegare i punti e vedere che un vaccino che non previene l’infezione o la diffusione non può mai proteggere gli altri.

Quindi, quelli che ottengono il vaccino non hanno alcun vantaggio su quelli che non lo fanno. Entrambi rappresentano lo stesso rischio per gli altri. E, se entrambi presentano lo stesso rischio, perché prendere di mira uno da insultare e non l’altro. È al di là dell’irrazionale, ma tale è la mente di coloro che sono sotto l’incantesimo ipnotico. Sono incapaci nel peggiore dei modi, incapaci di vedere la realtà.

Un numero sufficiente di persone imparerà la lezione di umiltà evidenziata da Dunham? Hanno riconosciuto abbastanza l’errore dei loro modi o cadranno di nuovo nella stessa trappola? Solo il tempo lo dirà. Ma ricorda questo; prima sono venuti per i vaccinati. Potresti essere il prossimo.

Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo Fronte di Liberazione Nazionale con Nicola Franzoni

Partito Politico Registrato: Fronte di Liberazione Nazionale | Sigla Registrata : FLN | Simbolo Registrato

sede legale: viale Colombo 10 Marina di Carrara

partito@frontediliberazionenazionale.it


©2022 Fronte di Liberazione Nazionale